Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale

DOTTORATO DI RICERCA IN INGEGNERIA STRUTTURALE, SISMICA E GEOTECNICA

Programma

L’Ingegneria Strutturale, Sismica e Geotecnica (SSGE) comprende discipline e tecniche profondamente radicate nel campo dell’Ingegneria Civile, ma anche con importanti applicazioni industriali, che permettono di comprendere, modellare e controllare il comportamento di materiali strutturali, biomateriali, metamateriali, terreni, strutture, microsistemi e l’interazione tra ambiente esterno e costruzioni. Si tratta di un campo altamente interdisciplinare, che richiede avanzati metodi di analisi e sofisticati strumenti di meccanica computazionale. Lo studio teorico e applicato dei materiali e delle strutture va di pari passo con l’analisi delle interazioni tra strutture e ambiente, derivanti sia da attività naturali che antropiche. A causa della loro generalità nella modellazione strutturale e dei materiali, i metodi sviluppati nell’ambito del SSGE sono molto utili anche in altre aree tecnico-scientifiche ogni volta che è necessario comprendere e controllare gli aspetti meccanici per garantire sia l’affidabilità della progettazione che la sicurezza strutturale, la funzionalità e la durata nel tempo.

Manifesto degli studi

Qui trovi il Manifesto degli Studi del Dottorato di Ricerca in Ingegneria Strutturale, Sismica e Geotecnica.
Puoi cambiare anno accademico, per vedere l’offerta formativa erogata negli anni precedenti e che potrebbe essere riproposta a breve.

Opportunità di carriera

La formazione di alto livello offerta dal programma di dottorato in Ingegneria Strutturale, Sismica e Geotecnica permette ai dottorandi di continuare la loro attività lungo tre percorsi: (a) in ambito accademico; (b) all’interno di altri istituti di ricerca pubblici o privati o di società con un focus su ricerca e sviluppo; (c) attività professionali (tipicamente come libero professionista indipendente o consulente di alto livello, principalmente come analista strutturale o nel campo della progettazione strutturale avanzata e del monitoraggio – Ingegneria civile e ambientale e Ingegneria industriale).
L’approccio interdisciplinare del programma di dottorato di ricerca permette di valorizzare l’esperienza maturata durante il periodo di studio in diversi ambiti: dalla progettazione di grandi infrastrutture alla conservazione e al restauro del patrimonio monumentale e architettonico, dalla progettazione sismica alla stabilità dei versanti, senza dimenticare le numerose problematiche comuni a diversi rami dell’Ingegneria Industriale (meccanica, aerospaziale, nucleare e bioingegneria).

Studenti idonei e borse di studio

Possono presentare domanda i cittadini italiani e internazionali. Si richiede di essere laureati ai sensi delle leggi preesistenti D.M. 3.11.1999 n. 509, o di essere in possesso di un diploma di laurea magistrale ai sensi del D.M. 3.11.1999 n. 509, o di un Master of Science ai sensi del D.M. 22.10.2004 n. 270, o di un titolo accademico analogo conseguito all’estero, equivalente per durata e contenuto al titolo italiano, con una durata complessiva degli studi universitari di almeno cinque anni.
La conoscenza certificata della lingua inglese è un requisito per l’ammissione. Si prega di fare riferimento al sito web della Scuola di dottorato per i dettagli.
L’ammissione al programma segue la valutazione dei curricula dei candidati, della loro lettera di motivazione e della loro relazione sullo sviluppo di un’ipotetica ricerca da svolgere nell’ambito del dottorato, in uno degli argomenti trattati nel bando di ammissione, da presentare contestualmente alla domanda di ammissione.
Ogni anno viene concesso un numero limitato di borse di studio ai candidati che si classificano al primo posto nel processo di selezione.

Segreteria

Sig.ra Elena Raguzzoni
E-mail:
elena.raguzzoni@polimi.it
Telefono:
0039 02 2399 6504
Ufficio:
Campus Leonardo – Edificio 4 – Palazzina Bozza – Primo piano