GEOLOGIA APPLICATA (GEO05)

 

Il gruppo di Geologia Applicata (costituito da un Prof. Ordinario, un Prof. Associato, tre Ricercatori e diversi assegnisti di ricerca) lavora in parte presso il Campus Leonardo (Edificio n. 9) e in parte presso i Poli Territoriali di Lecco e di Como.

Il gruppo si occupa essenzialmente di temi inerenti la geologia tecnica e l'idrogeologia. In particolare, vengono affrontate le problematiche connesse alla gestione delle risorse naturali, con particolare attenzione a quelle idriche sotterranee, e alla valutazione e gestione del rischio geologico. Tali ricerche si sviluppano tutte a partire da una base comune, cioè la ricostruzione del modello geologico e idrogeologico del sottosuolo e si avvalgono spesso dell'applicazione di modelli numerici (i.e. per la valutazione della stabilità dei versanti e per la simulazione del flusso e del trasporto negli acquiferi), utili per la comprensione delle dinamiche di sistema e la validazione del modello concettuale del sottosuolo.

In particolare, le principali linee di ricerca sviluppate dal Gruppo riguardano:

 

il rischio geologico legato alla realizzazione delle opere di ingegneria civile (gallerie, strade, dighe, ecc.)

  

Le ricerche in atto sono volte all’individuazione di metodologie per la previsione e quantificazione dei processi di drenaggio operati dalle opere in sotterraneo, soprattutto per quanto concerne l’entità delle portate drenate e degli abbassamenti. In tal modo è possibile valutare il rischio, inteso come probabilità di accadimento, che le portate drenate o gli abbassamenti piezometrici possano superare i valori limite prefissati. L’aspetto rilevante di questi studi, soprattutto per quanto riguarda le loro applicazioni pratiche, è legato alla possibilità di portare avanti un’analisi probabilistica del rischio geologico durante le fasi di progettazione delle gallerie e considerare così tutti i differenti scenari di rischio, pianificando le misure da adottare per prevenirne l’accadimento.

 

 

 

il rischio geologico legato alla pianificazione territoriale (gestione del rischio da frane)

Le ricerche rientrano in un progetto strategico del Politecnico di Milano. Tale progetto, di tipo multidisciplinare, ha come obiettivi quelli di sviluppare un approccio integrato di monitoraggio per la previsione in tempo reale dei franamenti (destinato a diventare un punto di riferimento per la protezione civile) e di sviluppare tecnologie da utilizzare per la creazione di sale di controllo delle emergenze innovative.

 

 

 

il rischio geologico legato alla gestione delle risorse naturali (acqua, materiale litoide, ecc.).

Le ricerche e le consulenze su questo tema riguardano: la gestione sostenibile delle risorse idriche sotterranee, sia nei mezzi porosi che nei mezzi fratturati e carsici, e i loro scambi coi corpi idrici superficiali; la caratterizzazione dei giacimenti di inerti naturali e il recupero/riuso di siti estrattivi e minerari dismessi; la caratterizzazione dei siti contaminati ed individuazione delle fonti di contaminazione tramite l’applicazione di tecniche di fingerprinting composizionale ed isotopico; l’ottimizzazione della gestione di acquiferi costieri soggetti a fenomeni di intrusione salina; la valutazione dell’impatto ambientale nell’uso dei sistemi geotermici a bassa entalpia (BHE).


 

Collaborazioni con Università ed Enti di Ricerca: Scaioni M: Tongji University - Department of Surveying and Geo-Informatics Centre for Spatial Data Analysis and Sustainable Development, Grasselli G.: University of Toronto, Vanali M.: Università degli studi di Parma,  Festein D.: USGS (USA).