Laboratorio Sperimentale Infrastrutture di Trasporto (INFRALAB)

Alcune sperimentazioni in scala reale presso il campus industriale di Carpiano

Miscelatore per bitumi

Pressa a taglio giratorio per la compattazione dei conglomerati bituminosi

Compattatore Proctor per materiali granulari

Compattatore a piastra ed ormaiola per conglomerati bituminosi

Macchina per prove dinamiche su conglomerati bituminosi

Prova di carico su piastra circolare


Laboratorio Sperimentale Infrastrutture di Trasporto (INFRALAB) del DICA è stato oggetto, nel tempo, di una significativa evoluzione che lo ha portato, negli ultimo dieci anni, al raggiungimento di importanti obiettivi, sia in campo nazionale che internazionale.

Il INFRALAB è oggi molto affermato in ambito nazionale, rappresentando sicuramente un riferimento per il settore industriale, come testimoniato dalle numerose commesse finalizzate all’innovazione tecnologica ed allo sviluppo di know how che vanno ben oltre il tradizionale e consolidato “conto terzi”.

A ciò si aggiungono le importanti commesse di gestione totale dei controlli in cantiere da parte di Enti Aeroportuali e Stradali che affidano al INFRALAB tutti i test a supporto alla Direzione Lavori in opere di grande rilevanza.

In ambito accademico il INFRALAB si distingue da tempo per l’attualità, la centralità e l’originalità dei temi trattati (sustainable pavements, materiali alternativi, durabilità, tecniche costruttive avanzate, etc.).

In ambito internazionale il LSS è pienamente inserito nella rete di prestigiosi laboratori con i quali coopera, in alcuni casi anche in virtù di convenzioni di Ateneo.

Attualmente il personale strutturato che presta la propria opera per il INFRALAB è costituito da tre docenti (un Professore Ordinario e due Ricercatori di Ruolo) e da quattro unità del Personale Tecnico Amministrativo. Collaborano inoltre assegnisti (mediamente 3 per anno) e Dottorandi di Ricerca (mediamente 6, con in media 2 nuovi ingressi per anno).

Il LSS, ubicato all’interno del Campus Leonardo, occupa una superficie di circa 670 m2 (di cui circa 550 m2 coperti). Di particolare pregio è la disponibilità in sede distaccata di un’area sperimentale di circa 50.000 m2 per prove su scala reale. Tale area è ubicata presso il campus industriale di Carpiano (MI) ed è utilizzata dal INFRALAB in virtù di una Convenzione stipulata dal Politecnico di Milano con un’impresa di costruzioni stradali, che, oltre alle aree, mette a disposizione anche impianti e macchine per realizzazioni prototipali in scala reale.

Le attività del INFRALAB sono prevalentemente incentrate sullo studio di materiali, di tecnologie e di metodologie per la costruzione e manutenzione stradale ed aeroportuale (e per alcuni aspetti anche ferroviaria), a diversi livelli che vanno dalle indagini/sperimentazioni in scala di laboratorio, a quelle pilota in vera grandezza, a quelle di campo in importanti realizzazioni.

Oltre alle attrezzature di corrente utilizzo per la caratterizzazione dei materiali da costruzione stradale, il INFRALAB dispone anche di macchinari evoluti per la caratterizzazione prestazione di detti materiali, ovvero in grado di simulare in laboratorio gli stati di sollecitazione (ad esempio rispetto alla rigidezza e ai fenomeni di fatica, ormaiamento) nelle effettive condizioni di  esercizio (ad esempio rispetto alle condizioni ambientali di temperatura e umidità e alle condizioni di carico dinamico). In tale contesto, il laboratorio progetta e sviluppa al proprio interno attrezzature di prova fino al livello di prototipo, sia in forma autonoma sia in collaborazione con aziende del settore.

Responsabile: Professor Emanuele Toraldo,
Referente tecnico: ing. Edoardo Mariani